Visitare Gradara


Un'atmosfera magica e suggestiva accoglie i visitatori, nel borgo di Gradara e li accompagna tra le vie come farebbe un amico di vecchia data.

A circa dieci minuti di auto da Gabicce Mare, Gradara è una delle escursioni cui non ci si può sottrarre. Qui tra le strade e le mura merlate che sono rimaste intatte nel tempo echeggia ancora la storia del tragico amore di Paolo e Francesca.

Siamo alla fine del 1200 e Guido da Polenta decide di dare la mano di sua figlia Francesca a Giovanni Malatesta che tempo prima lo aveva aiutato a cacciare i nemici dalle proprie terre e a concludere qualche ottimo affare.
Per paura che la giovane donna non voglia sposare l'uomo scelto dal padre, i signori di Rimini e Ravenna, tramano l'inganno e mandano all'appuntamento Paolo il Bello, fratello di Giovanni Malatesta.

I due si innamorano e da qui in poi cominciano i problemi. Francesca scopre la truffa, ma si rassegna a trascorrere la sua vita accanto a Giovanni e a incontrare di tanto in tanto Paolo.
Un giorno però, mentre i due leggono, stretti in un abbraccio, le vicende di Ginevra e Lancillotto, vengono sorpresi da Giovanni, che accecato dall'ira estrae la spada e uccide entrambi.
La memoria dei due innamorati è viva ancora oggi in ogni angolo della rocca e tra i versi della Divina Commedia.

Ma Gradara è stata anche sede del governo delle potenti famiglie dei Malatesta, degli Sforza e dei Della Rovere ed è per questo che ogni anno si rievoca il tempo passato con mostre, eventi e manifestazioni in costumi d'epoca.
Tra gli spettacoli più suggestivi c'è l'Assedio al castello al quale partecipano in media 150 figuranti tra arcieri, fanti, cavalieri e dame. Qui tra battaglie, danze e banchetti si ricordano le vicende del 1446.

Non resta che visitare questo grazioso borgo medievale e lasciarsi coccolare dalla cordialità dei suoi abitanti.

Hotel a Gabicce Mare

CHIUDI

Hai scelto 0 Hotel CONTATTALI